Roghi e inefficienza

Il bosco dopo l'incendio che ha distrutto ettari di vegetazione sul Monte Morrone, Sulmona 30 agosto 2017 ANSA/ CLAUDIO LATTANZIO
Il bosco dopo l’incendio che ha distrutto ettari di vegetazione sul Monte Morrone, Sulmona 30 agosto 2017 ANSA/ CLAUDIO LATTANZIO

Questa mattina, 10 settembre, uscendo di casa alle 8:20, ho avuto la spiacevole sorpresa di vedere un’imponente colonna di fumo sul Morrone, in territorio di Roccacasale, proprio dove per giorni interi i canadair avevano scaricato acqua. Ieri sera sembrava spento. Ma non era sorvegliato da nessuno sul posto?

Dopo poco più di mezz’ora sono spuntate altre due colonne di fumo verso la vetta, in direzione Marane; due colonne molto distanti da quella di Roccacasale e ad almeno un chilometro l’una dall’altra, in zone ancora verdi perché miracolosamente scampate ai roghi precedenti. Ma che sorveglianza del territorio stanno facendo?!!

Questa io la chiamo “inefficienza“!!!

Per fortuna, nel primissimo pomeriggio è arrivata la pioggia. Ormai è l’unica speranza! Speriamo che continui… e che basti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *